Il linguaggio dei segni

Il 27 gennaio 2019 numerosi sordomuti si sono ritrovati in Casa Madre per una Celebrazione Eucaristica in onore del loro Patrono S. Francesco di Sales. È nota la storia del sordomuto Martino. Molti poveri andavano ogni giorno dal Vescovo Francesco per chiedere l’elemosina ed uno di essi, Martino, era sordo e muto fin dalla nascita. S. Francesco, venuto a conoscenza che Martino non conosceva i Misteri della Fede, se lo prese in casa e con grande fatica lo istruì. Nella Bolla di canonizzazione del Vescovo di Ginevra si dice: “accoglieva in casa pellegrini e bisognosi e aiutava tutti indistintamente. Tra questi c’era un uomo sordo e muto, privo di ogni bene con cui potersi sostenere. In casa sua fu educato a gesti e a cenni (quanto è ingegnosa la carità!) ed educato alla eterna salute (dalla “Bolla di canonizzazione”, Tomo XVII, MDCLXII). La Celebrazione Eucaristica per questi nostri fratelli, è stata un’occasione per pregare per loro e ripercorrere, nella storia di Martino, la grande carità di S. Francesco di Sales

guarda la galleria