MULENVOS

Carissimi fratelli in Cristo, amici, benefattori, saluti! Eccomi a voi a conclusione di un altro anno di attività. Sono già passati sei anni dall’inizio del servizio delle salesie nella “Scuola Beata Liduina”, 2004-2010. Molte sono state le fatiche, le vicende e i sacrifici, vissuti all’insegna dell’impegno assunto in campo educativo, desiderose di contribuire alla formazione umana, sociale e specialmente cristiana di una popolazione giovane come quella angolana. Oggi è evidente la trasformazione avvenuta in campo sociale dopo il 2002, con il silenzio delle armi e l’accordo di pace. Il cammino di ricostruzione con lo slogan “Angola in movimento”, partito immediatamente, è stato segno di una volontà forte di cambiare la realtà. Sono passati otto anni. Che grande dono la Pace! L’Angola è una nazione grande, ricca di possibilità.

Le terre in passato abbandonate, minate, ora sono coltivate e in gran parte produttive. I villaggi distrutti e desolati, sono stati ricostruiti rapidamente dal popolo che è ritornato nelle proprie aree di origine per riprendere con decisione la vita normale. Luanda, la capitale, rimane sempre una città “casa di tutti” per cui molti arrivati alla capitale fuggendo la guerra, hanno deciso di rimanervi, così le zone di periferia sono oggi in una esplosiva espansione: un tappeto di piccole case coperte di lamiera, servono da residenza stabile di chi è arrivato come profugo nei tempi del conflitto armato. La vita a Luanda non è per nulla facile, tutto si deve rigorosamente comperare e guadagnare, meno l’aria e il sole tropicale che ti cuoce… Servizi igienici, acqua potabile, luce, scuola, sono ancora un progetto da realizzare nonostante tutto. In questa realtà dove tutto è complicato, la comunità delle suore salesie offre il proprio contributo alla ricostruzione del tessuto umano con la realizzazione di una scuola che in questi anni si è andata via via sviluppando e conta milletrecento alunni. Attualmente è in continua lotta per affrontare ostacoli, attuare progetti che sono frutto anche della vostra caritatevole collaborazione. Desidero darvi alcune informazioni, che vi faranno piacere. Nel 2004 la scuola ha iniziato con quattro classi elementari con due sezioni parallele e nel 2010 chiude con la gioia di vedere i primi studenti concludere la decima classe. Le mamme che nel 2004 hanno iniziato la prima alfabetizzazione superando innumerevoli difficoltà, ora approdano alla settima classe assieme ai loro figli. È chiaro che nella vita vale la pena impegnarsi per imparare e non è mai tardi per farlo, quando c’è una volontà decisa.In questi anni di attività sono stati realizzati dei progetti specifici: - la costruzione di nuove aule passando da 13 a 19 - il campo sportivo per l’educazione fisica - la canalizzazione della rete per l’acqua potabile - la biblioteca della scuola - la sala d’informatica con 15 computer a servizio della preparazione professionale delle nuove generazioni. Prossimo progetto già in movimento, è il laboratorio di fisica e chimica, necessario per l’esigenza formativa essendo la scuola orientata alla specializzazione di fisica, chimica e biologia, parallelamente scienze giuridiche e sociali. Non mi dilungo. Desidero solo manifestarvi la riconoscenza delle famiglie, della comunità delle insegnanti, in particolare delle suore salesie che sono le responsabili della scuola. Un GRAZIE a tutti quanti ci sono stati vicini con amore, simpatia e generosità; assicuriamo la nostra preghiera implorando da Dio la sua benedizione per il nuovo anno 2011 con il desiderio di bene per tutti. Buon Natale e Buon Anno grandemente benedetto dal Signore.

Con affetto e stima la vostra sorella in servizio suor Ambrogia Menato

Alcuni pensieri

San Francesco di Sales

Continuiamo solo a lavorare bene, sapendo che non c’è terreno tanto ingrato che l’amore del coltivatore non possa rendere fecondo.

Papa Francesco

Portiamo nel cuore il sorriso e doniamolo a quanti incontriamo nel nostro cammino.

Santa Giovanna di Chantal

Dio sia la vostra forza, la vostra pace e la vostra consolazione.