Suore di San Francesco di Sales - Salesie

NON È PIU' UN SOGNO!

NON È PIU' UN SOGNO!

Un segreto desiderio portavo nel cuore: vedere l’Angola. Un invito inatteso ... si è trasformato ben presto in proposta ed in realtà. Voglio condividere con voi alcune esperienze: l’accoglienza delle sorelle, la loro dimensione di festa, di “batuchi”, di canto e di danza, mi hanno dato la percezione di una vita salesia giovane ed entusiasta; la moltitudine di bambini presenti in ogni angolo che giri, la loro vivacità, i loro giochi fatti di poche cose mi hanno trasmesso la gioia della vita; la bellezza della natura rigogliosa e vivace, con il clima caldo-umido che avvolge ogni cosa e ti fa desiderare il tramonto stupendo sull’Oceano Atlantico per godere un po’ di brezza, mi ha immerso quasi nel surreale;

NON È PIU' UN SOGNO!

Un segreto desiderio portavo nel cuore: vedere l’Angola. Un invito inatteso ... si è trasformato ben presto in proposta ed in realtà. Voglio condividere con voi alcune esperienze: l’accoglienza delle sorelle, la loro dimensione di festa, di “batuchi”, di canto e di danza, mi hanno dato la percezione di una vita salesia giovane ed entusiasta; la moltitudine di bambini presenti in ogni angolo che giri, la loro vivacità, i loro giochi fatti di poche cose mi hanno trasmesso la gioia della vita; la bellezza della natura rigogliosa e vivace, con il clima caldo-umido che avvolge ogni cosa e ti fa desiderare il tramonto stupendo sull’Oceano Atlantico per godere un po’ di brezza, mi ha immerso quasi nel surreale;

la consacrazione a Dio da parte di suor Teresa, suor Fatima che scelgono per sempre la sequela di Cristo mite e umile di cuore nella Famiglia salesia, l’inizio della Vita Consacrata di suor Caterina con la Prima Professione religiosa, l’entrata in Noviziato di Lucia, mi hanno entusiasmato e fatto pensare a un futuro pieno di speranza; le giovani in ricerca vocazionale, sempre pronte al servizio, desiderose di conoscere la vita e le attività apostoliche salesie e l’interessamento per altre giovani ancora, che nei vari luoghi dove siamo presenti, sono nella scoperta dei segni vocazionali per dire un sì sempre più entusiasta e consapevole al progetto di Dio, mi hanno fatto toccare con mano le tante possibilità di risposte al Signore che anche oggi chiama alla sua sequela; la condivisione gioiosa delle sorelle che non hanno guardato a tempi, lontananze, fatiche pur di respirare clima e fraternità salesia, mi ha regalato affetto e serenità. Un grazie di cuore al Signore che mi ha condotto in questa esperienza di scoperta di un angolo meraviglioso del creato molto diverso da quello da me conosciuto, dove però, i contrasti tra ricchi e poveri, tra mondo mediatico e segnali tradizionali, tra desiderio di sviluppo e lenta attuazione sono stridenti. Un grazie a chi ha permesso questa esperienza e un grazie a te Angola per tutto quello che mi hai donato e tengo in cuore. Chissà forse un giorno ci rivedremo, se è nel disegno di Dio...

suor Maurizia Gabellotto

Alcuni pensieri

San Francesco di Sales

Continuiamo solo a lavorare bene, sapendo che non c’è terreno tanto ingrato che l’amore del coltivatore non possa rendere fecondo.

Papa Francesco

Portiamo nel cuore il sorriso e doniamolo a quanti incontriamo nel nostro cammino.

Santa Giovanna di Chantal

Dio sia la vostra forza, la vostra pace e la vostra consolazione.