Suore di San Francesco di Sales - Salesie

Casa Sacro Cuore, 14 luglio 2017

banner capitolo2

Carissime Sorelle,

a passi veloci percorriamo il cammino che ci porterà alle decisioni più importanti e quindi chiediamo preghiere sempre più intense allo Spirito perché ci guidi.

La S. Messa di questa mattina è stata celebrata da Don Leonardo Scandellari, che ha continuato a parlarci sul tema dalla comunione raccomandata da Gesù. Il Vangelo ha parole dure, permeate sempre di misericordia, rivolte ai suoi Apostoli.

Le parole di Gesù sono dure perché è dura la realtà: è contestato, tentato, cacciato fino al punto che i nemici lo manderanno alla morte.

La parola del Vangelo è liberazione ma questa richiede sforzo, distacco, può essere sgradita e gli apostoli sentiranno il morso della solitudine, separati anche da quelli della famiglia. Gesù insiste sul gruppo, li vede insieme ad affrontare con le forze di tutti le avversità. Necessita stretta fraternità tra i discepoli, l’impegno comune, la ricchezza dei doni di tutti. Nelle comunità troveranno separazioni e divisioni.

Comunità che faticano per mancanza di comunione, di piccoli gesti. Ci sono piccole attenzioni significative che riscaldano il cuore e sostengono, anche nelle nostre comunità.

Ci sono persone che si sostengono e danno testimonianza donata attraverso i voti: è il Vangelo vivente, senza parole. Nessuno deve essere trascurato e lasciato solo. Il Vangelo salva, ma possiamo sentirsi scomodati da esso. La mattinata è trascorsa come a solito con l’introduzione della Madre che si è soffermata sull’aspetto comunitario: ai discepoli Gesù prevede strade dure, ma nel cammino di evangelizzazione egli è sempre vicino e questo è di conforto. Tutti noi siamo chiamati a comunicare il Vangelo agli altri … (EG 121). Il verbale del giorno precedente è stato letto e approvato con le dovute integrazioni.

È seguita l’assemblea di dibattito capitolare sulla sintesi unitaria dei gruppi di lavoro del 12 luglio sulla comunione e amministrazione dei beni a altre proposte dalle delegazioni. Inoltre è stata letta la sintesi del 13 luglio sulle Missioni e sui Laici. Le capitolari si sono chiarite su diversi punti con un dibattito animato dallo Spirito. Nel pomeriggio abbiamo protratto i lavori di gruppo condividendo i seguenti punti dello strumento di lavoro: senso di appartenenza, interculturalità e servizio dell’autorità in riferimento alla relazione della Madre e al Direttorio dal numero 115-139. Il lavori sono terminati alle ore 17,30.

Dopo di ciò siamo partite per la visita alle sorelle della casa di riposo di Ponte di Brenta. Grande è stata la gioia al nostro arrivo, ci sono venute incontro e ci hanno abbracciato e baciato assicurandoci che pregano tanto. Commovente è stato l’incontro con le sorelle inferme abitualmente a letto bisognose di tante cure. Abbiamo parlato loro con gli occhi del cuore e loro ci hanno fato segni di comprendere la nostra presenza affettuosa e premurosa. Abbiamo ringraziato le sorelle che svolgono questo servizio di assistenza con tanto amore e tanto sacrificio. L’accoglienza è stata una sorpresa per tutte.

Avevano preparato una lunga tavola per le 37 capitolari.

Abbiamo festeggiato insieme con cibi deliziosi, preparati con gusto.

La giornata è trascorsa con momenti di particolare fraternità. Vi salutiamo di cuore

Immagine1

banner SFDS