Chiesa di San Giovanni Battista dei Catecumeni

Il 17 novembre 2018, con una solenne celebrazione eucaristica presieduta dal Rettore del Seminario patriarcale di Venezia don Fabrizio Favero, è stata riaperta al pubblico la Chiesa di S. Giovanni Battista, in Rio Terrà dei Catecumeni (VE). Chiusa da vent’anni perché inagibile a causa della corrosione e sgretolamento delle pareti, dei marmi degli altari e dei gradini, era diventata “una chiesa chiusa”. La nostra Congregazione di suore di S. Francesco di Sales, che in quella sede svolge un’opera educativa dal 1830, nonostante la fatica di affrontare le spese, ha dato il via a un progetto di ristrutturazione tanto atteso per ridare a quel luogo l’armonia e la luminosità di un tempo. La realizzazione di tale progetto è stato motivo di gioia per tutti. All’interno della Chiesa, dietro l’altare maggiore, c’è la pala di Leandro dal Ponte, detto Bassano, che risale al 1597. La pala rappresenta il Battesimo di Gesù, cui è dedicata la chiesa, e fa riferimento alla missione dell’Istituto delle Figlie della Carità (Canossiane) sorto per la conversione di ebrei, turchi e mori. Qui le Figlie della carità, prima di trasferirsi alla Giudecca, ospitavano l’infanzia abbandonata. In questa sede venne accolta Santa Bakhita, che il 9 gennaio 1890 sarà battezzata e cresimata da San Pio X, allora Patriarca di Venezia. Ora la chiesa di S. Giovanni Battista ha ripreso l’antico splendore ed è tornata a essere luogo di culto, di silenzio, di pace e di preghiera.

Schermata 2018 12 12 alle 18.36.56

Guarda la galleria fotografica

Alcuni pensieri

San Francesco di Sales

Continuiamo solo a lavorare bene, sapendo che non c’è terreno tanto ingrato che l’amore del coltivatore non possa rendere fecondo.

Papa Francesco

Portiamo nel cuore il sorriso e doniamolo a quanti incontriamo nel nostro cammino.

Santa Giovanna di Chantal

Dio sia la vostra forza, la vostra pace e la vostra consolazione.