Suore di San Francesco di Sales - Salesie

Sui passi di don Domenico Leonati e di madre Pasqua Sandrini

Nei giorni 25-26-27 maggio i laici salesi del Veneto e del Lazio si sono riuniti a Torreglia per condividere momenti di preghiera e di fraternità. Con la guida di Madre Oraziella e l’intervento del dottor Luciano Donato, hanno approfondito la conoscenza di don Domenico Leonati, nostro Fondatore, e di Madre Pasqua Sandrini, una Vergine di Vanzo che ha ripristinato l’Opera educativo-caritativa dopo la soppressione napoleonica.

La permanenza dei laici salesi a Torreglia (PD), comprendeva un’esperienza formativa itinerante per cui hanno potuto visitare i luoghi che hanno segnato gli inizi della nostra Congregazione di Suore di San Francesco di Sales. Questo tuffo nel passato ha permesso loro di conoscere maggiormente il carisma salesio e la spiritualità di S. Francesco di Sales abbracciata dal Fondatore e trasmessa a ciascuna suora salesia.

Ripercorrendo i luoghi a noi tanto cari, i laici salesi sono rimasti edificati soprattutto dalla semplicità, dall’umiltà e dalla determinazione di Don Domenico Leonati e di Madre Pasqua Sandrini che, pur nella tangibile realizzazione di una grande opera caritativo-educativa che continua nell’oggi delle suore di S. Francesco di Sales, attribuivano tutto alla Provvidenza. Don Domenico e Madre Pasqua hanno dato vita alle prime scuole gratuite in Padova, eppure scelsero la via del nascondimento attribuendo il tutto alla Provvidenza. Quanto c’è da imparare!

Congedandosi da questa bella esperienza di comunione e di “famiglia allargata”, i laici salesi sono ripartiti con l’entusiasmo e la volontà di portare lo spirito salesio nei loro ambienti attraverso uno stile di vita accogliente, umile e semplice.

Schermata 2018 07 05 alle 20.29.37Vai alla galleria delle immagini

25° Sr Lorena

IMG 20180531 WA0001IMG 20180531 WA0000

Schermata 2018 06 11 alle 15.50.28

 

Beata Liduina Meneguzzi

Giovedì 17 maggio, presso Il Chiostro dell’Ospedale Giustinianeo, si è svolta la cerimonia di inaugurazione del bassorilievo dedicato alla Beata Liduina Meneguzzi che nel 1937 si preparò in questo Ospedale prima di partire come missionaria in Etiopia. Alcuni medici, infermieri, operatori socio-sanitari, ma anche persone non strettamente legate al mondo sanitario, “catturati” dalla semplicità e dall’umanità di questa suora, si sono spontaneamente costituiti in associazione, hanno sentito la necessità di farla conoscere e di dedicare questo prezioso segno in suo ricordo. L’evento dell’inaugurazione ha visto la partecipazione delle massime Autorità religiose, civili, militari e tanti devoti. A tutti va la nostra gratitudine. Per noi Salesie tutto questo è motivo di riconoscenza a Dio e di grande gioia per averci donato questa piccola-grande maestra di vita. La Sua storia umile come granello di senape, continui a seminare ovunque conforto e sostegno.

11

Guarda le immagini

Schermata 2018 06 25 alle 19.05.21

scarica il documento