Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Anniversario della morte di Madre Pasqua Sandrini, restauratrice
Visite : 1111

Madre Pasqua Sandrini (1762/1849) è la Restauratrice del Conservatorio delle Vergini di Vanzo. Apparteneva alla prima comunità di educatrici, nucleo iniziale della futura Congregazione delle Suore di S. Francesco di Sales o Salesie. Vivendo a contatto con il Fondatore don Domenico Leonati, ne ha assimilato lo spirito, lo zelo e la passione educativa alla quale lei stessa dedicherà tutta la vita. Vissuta in situazioni difficili, ha sperimentato anche la durezza della soppressione napoleonica, durante la quale si è ritirata in un piccolo locale con una trentina di bambine povere e prive di famiglia che potevano contare solo sulla sua carità e sulla sua protezione. Passato lo scompiglio della dispersione, con grande cuore di madre e confidando sempre tanto nella Provvidenza, cercò inutilmente di tornare a Vanzo per riavviare il ripristino del Conservatorio ma, non ottenendone i permessi a causa del luogo malsano, riavviò l’Opera educativa nell’ex Collegio dei Padri Somaschi a Santa Croce, dove ancora oggi le Salesie continuano la sua attività educativa e caritativa. La figura di Madre Pasqua Sandrini ci sprona a seguirne l’umile testimonianza di semplicità, sobrietà e carità: itinerario tracciato dalla Regola del Fondatore.