Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Confido in te

Calendario festività, ricorrenze e anniversari

SUOR GRAZIANA GANZERLI
Sabato, 06 Luglio 2019
Visite : 31

“Beata chi abita la tua casa Signore, sempre canta le tue lodi”. (sl 83)

Il 6/07/2019, ha lasciato con serenità questa vita terrena, suor Graziana Ganzerli per l’incontro amorevole con il Padre celeste, che l’attendeva nella sfolgorante luce dell’eternità, per consegnarle quella corona di gloria meritata con una lunga vita totalmente offerta al Signore e ai fratelli. Si trovava nella casa di riposo di Ponte di Brenta, dove ha accettato pazientemente la malattia, bisognosa di cure e di assistenza della quale era riconoscente alle sorelle e al personale con il suo stile educato e gentile. Era nata a Medolla (MO) il 18/07/1921 da una buona famiglia; aveva un solo fratello a cui era molto affezionata. Era cresciuta con valori profondamente religiosi e a 22 anni aveva scelto la vita consacrata tra le Suore di S. Francesco di Sales di Padova. Subito sono emersi in lei la responsabilità, l’impegno nella formazione, il desiderio forte di donarsi al Signore nell’apostolato abbracciando con gioia il carisma salesio, alla sequela di Gesù mite ed umile. Aveva emesso le prima Professione nel 1945 e i Superiori l’avevano impegnata nelle scuole materne parrocchiali in più ruoli, distintamente. Le consorelle la ricordano in cucina, nell’assistenza ai bambini, soprattutto nei doposcuola, laboriosa, generosa e molto sensibile ai bisogni di tutti. Era una suora retta, ligia nell’osservanza dei suoi doveri religiosi. Nella comunità si distingueva per la carità non solo fraterna, ma anche con lo sguardo rivolto all’esterno dando incontro alle necessità dei più poveri e fidando nella Provvidenza dalla quale si sentiva sempre ripagata. Persona riflessiva, di grande spirito di sacrificio, maturava nel silenzio una profonda saggezza che diffondeva intorno a sé con semplicità, accoglienza e cordialità. Era una donna di preghiera, fervorosa, non trascurava nessuna pratica di pietà ricordando con il rosario e altre devozioni le necessità della Chiesa, in particolare di chi si raccomandava alle sue preghiere. Poco esigente per se stessa, si notava in lei uno spirito di mortificazione, di offerta per le vocazioni, per i giovani, per il mondo in difficoltà. Aveva per i Superiori grande rispetto e stima, sempre obbediente e premurosa, capace di ascolto, di collaborazione e di abbandono alla loro volontà come a quella del Signore. Colpita precocemente da una grave malattia agli occhi andava perdendo gradualmente la vista con molto disagio fino a diventare completamente cieca e a doversi abbandonare con umiltà all’aiuto di chi le stava vicino. Si può pensare a quanta sofferenza vissuta quotidianamente con generosità, distacco, come purificazione. Una sua superiora ha definito suor Graziana “una persona grande”. Il Signore l’ha sollevata dalle fatiche e dal dolore. Ora l’abbiamo sorridente in cielo e la pensiamo protesa verso la Congregazione salesia che ha servito con amore e per la quale intercederà affinchè il Signore doni vocazioni, benedica ogni consorella, conceda a tutte perseveranza e fedeltà. Suor Graziana riposa nel cimitero di Padova accanto a tante consorelle che l’hanno conosciuta e amata.

Alcuni pensieri

San Francesco di Sales

Continuiamo solo a lavorare bene, sapendo che non c’è terreno tanto ingrato che l’amore del coltivatore non possa rendere fecondo.

Papa Francesco

Portiamo nel cuore il sorriso e doniamolo a quanti incontriamo nel nostro cammino.

Santa Giovanna di Chantal

Dio sia la vostra forza, la vostra pace e la vostra consolazione.