Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

 

riquadro 1

 

Il linguaggio dei segni

Il 27 gennaio 2019 numerosi sordomuti si sono ritrovati in Casa Madre per una Celebrazione Eucaristica in onore del loro Patrono S. Francesco di Sales. È nota la storia del sordomuto Martino. Molti poveri andavano ogni giorno dal Vescovo Francesco per chiedere l’elemosina ed uno di essi, Martino, era sordo e muto fin dalla nascita. S. Francesco, venuto a conoscenza che Martino non conosceva i Misteri della Fede, se lo prese in casa e con grande fatica lo istruì. Nella Bolla di canonizzazione del Vescovo di Ginevra si dice: “accoglieva in casa pellegrini e bisognosi e aiutava tutti indistintamente. Tra questi c’era un uomo sordo e muto, privo di ogni bene con cui potersi sostenere. In casa sua fu educato a gesti e a cenni (quanto è ingegnosa la carità!) ed educato alla eterna salute (dalla “Bolla di canonizzazione”, Tomo XVII, MDCLXII). La Celebrazione Eucaristica per questi nostri fratelli, è stata un’occasione per pregare per loro e ripercorrere, nella storia di Martino, la grande carità di S. Francesco di Sales

guarda la galleria

Solennità di San Francesco di Sales

1

Il 24 gennaio scorso (2019), abbiamo festeggiato la solennità di S. Francesco di Sales. In Casa Madre è stata celebrata una Santa Messa da don Leonardo Scandellari che ha sottolineato come S. Francesco fosse animato da un sano ottimismo e da una incrollabile fiducia in Dio. Per questo il santo della dolcezza, anziché sentirsi portatore del Vangelo, si sentiva portato dal Vangelo perché è Dio che traccia la strada. Don Leonardo ha evidenziato inoltre come anche noi siamo chiamati a rendere grazie e a celebrare la bellezza e la bontà di Dio. In questa solenne festa abbiamo affidato a Dio la nostra famiglia salesia e tutti coloro che ne fanno parte. Abbiamo anche chiesto l’intercessione di S. Francesco di Sales e della beata Liduina per la beatificazione del nostro Fondatore don Domenico Leonati. Alla fine della celebrazione è stato consegnato ai presenti un piccolo segno con una frase di S. Francesco.

guarda la galleria

Consiglio d'Istituto

2

In Casa Madre (PD), dal 27 dicembre 2018 al 5 gennaio 2019, si è svolto il primo Consiglio d’Istituto di questo sessennio. Le Superiore delegate delle tre Delegazioni salesie, insieme alle sorelle econome e vice econome, sono arrivate in Italia qualche giorno prima di Natale. Nel loro lavoro, sostenuto dalla preghiera di tutta la Congregazione, hanno trattato i temi della comunicazione, della vita spirituale, comunitaria, missionaria e della gestione dei beni. Sono stati giorni di forte comunione e di gioiosa fraternità salesia vissuti con le sorelle provenienti dalle Delegazioni dell’Ecuador, Perù, Cuba, Angola e Argentina. Abbiamo celebrato insieme e in varie lingue le festività natalizie e l’anniversario della morte del nostro Fondatore don Domenico Leonati. Abbiamo condiviso preghiera, riflessioni, testimonianze di vita, canti, narrazioni del passato della Congregazione, ecc. Non è mancata la tradizionale befana e lo scambio di semplici doni. Sono stati momenti belli e di autentica gioia per tutte, momenti che rafforzeranno l’unità nell’unico carisma a servizio della Congregazione e della Chiesa.

Galleria immagini

Alcuni pensieri

San Francesco di Sales

Continuiamo solo a lavorare bene, sapendo che non c’è terreno tanto ingrato che l’amore del coltivatore non possa rendere fecondo.

Papa Francesco

Portiamo nel cuore il sorriso e doniamolo a quanti incontriamo nel nostro cammino.

Santa Giovanna di Chantal

Dio sia la vostra forza, la vostra pace e la vostra consolazione.