il primo numero di Squilla Salesia – ottobre 1963

Nell’ottobre 1963 è uscito il primo numero del Bollettino Trimestrale con lo scopo di raccogliere le notizie più salienti della nostra Congregazione per essere la voce di Casa Madre e di tante Salesie impegnate nei vari campi dell’apostolato, desiderose di fare del bene.
È la Superiora Generale Madre Michelina Mocellini a prendere questa decisione, spinta anche dal desiderio di tante sorelle, di avere notizie sull’apertura del processo diocesano per la Beatificazione della Serva di Dio Il Bollettino, accolto con grande gioia, permetterà a tutte di partecipare più direttamente alle gioie e ai dolori della nostra Famiglia religiosa.
Sulla copertina è impressa l’immagine di S. Francesco di Sales, Patrono della Congregazione e sorgente dello spirito salesio da cui il nostro Padre e Fondatore don Domenico Leonati attingeva.
Madre Michelina ci tiene a precisare che “Squilla Salesia”, titolo del bollettino, «vuole essere come uno squillo capace di scuotere le fibre del cuore e spingere a maggiori altezze sulla vetta della santità». [1]
Le prime pagine sono state riempite dal direttore Padre Emilio da Cavaso che non ha esitato a paragonare la Congregazione a «un campanile che spinge in alto la sua guglia come invito ad una elevazione spirituale le cui campane, “molte e squillanti, forgiate nella carità, suonano armoniosamente: vita di preghiera, di sublimazione, di irradiazione apostolica».
Citando poi la nostra futura Beata ha aggiunto che «lo squillo apostolico di sr Liduina Meneguzzi, campana solidamente temprata, sbattagliò a distesa in tutte le circostanze per lo zelo della salvezza delle anime». [2]

[1] Madre Michelina Mocellini, Presentazione, «Squilla Salesia», (1963), N° 1, p. 1.
[2] P. Emilio da Cavaso, Sr Liduina Meneguzzi, «Squilla Salesia», Ivi, p. 4,5.